Lo ha affermato la Cassazione respingendo il ricorso di una condomina che riteneva di non essere tenuta al pagamento

Il condomino ritardatario nei pagamenti dei lavori, a cui ritiene di non dover partecipare pro quota, non può poi chiedere risarcimento al condominioper la perdita della detrazione fiscale. È uno dei principi chiariti dalla sentenza della Cassazione numero 10845 depositata l’8 giugno 2020.

I fatti
Alla suprema Corte si era rivolta una condomina contestando i lavori deliberati in assenza di nomina di un amministratore di condominio e relativi alla facciata dell’edificio. La condomina si opponeva…

Questa notizia è solo un’anteprima per leggere l’intero articolo cliccare qui

Invia
WhatsApp
Salve! Come possiamo aiutarti ?
Inviaci subito un messaggio e saremo a tua disposizione